Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Decreto Art Bonus

Decreto Art Bonus

Aziende, singoli cittadini e cittadine: tutti possono diventare “mecenati” del proprio Comune. A rendere possibile e conveniente sostenere la cultura sul proprio territorio è l’“Art Bonus”, previsto nel decreto-legge del 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella legge 29 luglio 2014, n. 106.

In poche parole si tratta di un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali di qualsiasi entità a sostegno degli istituti e dei luoghi di cultura di appartenenza pubblica e di iniziative culturali di vario tipo. Festival, manifestazioni, eventi, ma anche musei e molto altro ancora: sono tante le attività che l’amministrazione calcinaiola ha individuato, finanziabili dalle famiglie e sponsorizzabili dalle imprese.

I vantaggi sono numerosi: con l’“Art Bonus” si può sostenere fattivamente e in prima persona la vita culturale della propria comunità, potendo toccare con mano i risultati del proprio contributo, fruibili per tutti i cittadini e le cittadine all’interno del territorio comunale. La certezza dell’effettivo impiego delle erogazioni per il fine esplicitato sarà garantita al 100%: tutto ciò che il Comune farà  dovrà esser rendicontato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Anche online sarà possibile effettuare verifiche: nel sito del Mibact sarà infatti attivata una sezione relativa, in cui saranno consultabili da tutti le informazioni sulle donazioni e sugli interventi realizzati e in corso d'opera.

Ma i vantaggi non finiscono qui: questa legge ha infatti ripercussioni positive anche per le tasche dei donatori. L’articolo 1 introduce per chi aderisce un regime fiscale agevolato di natura temporanea, sotto forma di credito di imposta, nella misura del 65% delle erogazioni effettuate nel 2015 e nella misura del 50% delle erogazioni effettuate nel 2016.                              

Le donazioni potranno essere effettuate avvalendosi esclusivamente di uno dei seguenti sistemi di pagamento, specificando chiaramente la causale (vedi titoli in grassetto):

  1. Bonifico bancario
  2. versamento presso il tesoriere.

La ricevuta del versamento dovrà essere conservata dal cittadino donatore ed esibita in sede di dichiarazione dei redditi per avere diritto allo sgravio fiscale tramite credito d’imposta. Maggiori informazioni sono comunque reperibili nella circolare 24/E 2014 emanata dall’Agenzia delle Entrate (in allegato).

Per aderire o per ricevere delucidazioni contattare la responsabile del servizio segreteria del Comune di Calcinaia, Nadia Carpita, chiamando il numero 0587 265 426, oppure scrivendo alla mail segreteria@comune.calcinaia.pi.it.

Di seguito, per tutte le aziende e i privati cittadini interessati, è possibile consultare un link che rimanda all'elenco delle iniziative culturali e dei luoghi di cultura del Comune di Calcinaia che è possibile sostenere attraverso erogazioni liberali (nella solita pagina sono presenti alcune foto delle iniziative e una breve rassegna stampa relativa ai vari eventi). Ogni "sponsorizzazione" sarà resa trasparente e pubblica attraverso un ulteriore link che troverete qua sotto.

In allegato a questa pagina anche la Circolare 24/E dell'Agenzia delle Entrate relativa al Decreto Art Bonus.

 

 ALCUNE DELLE INIZIATIVE CULTURALI CHE E' POSSIBILE FINANZIARE

 

 

 

 

ELENCO DEI "MECENATI" E DELLE EROGAZIONI

 

 

 

Allegato Circolare 24E Art Bonus (75,91 KB)
Allegato Deliberadi Erogazione Liberalità a sostegno del restauro della cappella di Santo Stefano in Sardina (1,44 MB)