Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

INTERNATIONAL GUITAR FESTIVAL - EDIZIONE 2012

Il Maestro Fabbri
Il Maestro Roberto Fabbri, durante l'esibizione dell'11 Maggio 2012 all'International Guitar Festival di Calcinaia

La prima edizione del Festival ha da subito conquistato il cuore e l'orecchio di molti appassionati ed intenditori di buona musica.

La rassegna si è aperta Venerdì 20 Aprile con la grande musica classica spagnola interpretata in prima battuta da Javier Garcia Moreno  (docente e direttore al conservatorio di Malaga) e successivamente dal Duo Cuenca (Paco y Francisco Cuenca) entrambi direttori dei conservatori rispettivamente di Linares e Segovia. Si tratta di alcuni tra i più grandi interpreti al mondo di musica spagnola che hanno interpretato un repertorio che ha spaziato dal classico, al folklore con qualche accenno alla musica flamenca.

Venerdì 27 Aprile invece un tuffo nei grandi compositori italiani per chitarra dal 1800 ad oggi grazie al Maestro Massimo Agostinelli (Ancona), uno dei più grandi esperti chitarristici di musica ottocentesca, nonché fondatore e presidente dell’Associazione 800 e, successivamente, attraverso l’impareggiabile destrezza del Maestro Giacomo Parimbelli (Bergamo), specializzato nella scoperta di autori e spartiti dimenticati di elevata cultura artistico-musicale, nonché biografo del Maestro del ‘900 Benvenuto Terzi.

Dalla storia della chitarra a chi la storia della chitarra la sta scrivendo adesso come il Maestro Gisle Krogseth (Sandejfiord – Norvegia) docente al conservatorio di Oslo e uno dei più grandi compositori di musica scandinava e del Nord Europa che è sbarcato a Montecchio il 4 Maggio 2012. Dopo di lui si sono esibiti i Maestri Walter (chitarra) e Giovanni (flauto) Salin, due membri della pluricelebrata famiglia Salin, famosissima in tutto il mondo per essere una delle poche famiglie interamente composta da musicisti. I giovani Salin, musicisti di indiscusso talento, hanno proposto un repertorio che spazia da Bach a Mussorgsky al flamenco di Paco De Lucia e Di Meola.

Il gran finale Venerdì 11 Maggio con un trittico di artisti sensazionali che hanno portato la chitarra a virare dal classico, al jazz, al flamenco. Il primo ad esibirsi è stato il Maestro Roberto Fabbri, in assoluto il più famoso chitarrista italiano al mondo, un compositore che ha venduto oltre 150.000 copie tra cd e metodi, un Allevi della chitarra. A seguire il Maestro Fabio Mariani, tra i primi jazzisti italiani, nochè presidente e fondatore dell’Università della Musica di Roma, un artista che ha inciso e collaborato con i più grandi nomi dello spettacolo da Renzo Arbore a Gigi Proietti. Ha chiuso la rassegna Juan Lorenzo, unico chitarrista italiano ad aver fondato la cattedra di chitarra flamenca con più di 2000 esibizioni nei teatri di tutto il mondo che nel 2011 ha reinciso e pubblicato il primo repertorio di chitarra flamenca eseguito nel 1936 da R. Montoya.