Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

ELEZIONI EUROPEE: CHI SI TROVA IN UN ALTRO PAESE DELL’UE TEMPORANEAMENTE PUO’ VOTARE, MA DEVE FARE DOMANDA AL CONSOLATO ENTRO IL 7 MARZO.

inserita il: 03/03/2019 19:09

ELEZIONI EUROPEE: CHI SI TROVA IN UN ALTRO PAESE DELL’UE TEMPORANEAMENTE PUO’ VOTARE, MA DEVE FARE DOMANDA AL CONSOLATO ENTRO IL 7 MARZO.

Alle prossime Elezioni Europee possono partecipare e votare, presso le sezioni elettorali appositamente istituite nel territorio degli altri Paesi membri dell’Unione, oltre ai cittadini italiani iscritti negli elenchi degli elettori italiani residenti in UE, anche gli elettori che si trovano temporaneamente in altro Paese UE per motivi di lavoro o di studio ed anche gli elettori familiari con essi conviventi.

A tal fine, tutti coloro che si trovano per i motivi sovracitati (studio o lavoro) in altro Paese UE (e i loro familiari  Conviventi) dovranno far pervenire al consolato competente, entro il 7 Marzo (ottantesimo giorno precedente il giorno fissato per le votazioni) apposita la domanda diretta al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti.

Sul sito internet del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e su quelli delle sedi consolari potrà essere reperito il fac-simile del modulo di domanda. I dati relativi a queste domande saranno trasmessi alla Direzione Centrale dei Servizi Elettorali del suddetto Dicastero dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Condividi