Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

A SPASSO NEL PASSATO

inserita il: 12/05/2014 16:26

A SPASSO NEL PASSATO

Una sorta di macchina del tempo è partita Sabato 10 Maggio da Piazza Indipendenza. Tante le persone a bordo, condotte nel viaggio alla scoperta del passato calcinaiolo da guide d´eccezione, come Michele Quirici, Cristian Ristori e Mario Mannucci. 

È stato un corto circuito tra presente e passato davvero avvincente quello avvenuto durante la passeggiata storico - culturale "Sette personaggi in cerca di Calcinaia", un´iniziativa promossa dal Comune di Calcinaia, in collaborazione con Tagete e Libri al Sole.

Sette le tappe principali: brevi soste in tutti i punti nevralgici del centro storico, dalla Chiesa di San Giovanni Battista, fino alla Fornace Coccapani, ciascuna caratterizzata dalla presenza di un personaggio autentico, direttamente proveniente dagli annali calcinaioli.

La passeggiata ha infatti permesso ai cittadini di oggi di conoscere personalmente i concittadini illustri dei tempi che furono e di conoscere dalla loro bocca tanti aneddoti e vicende che hanno reso Calcinaia così com´è. 

Il primo di questi piacevoli incontri è stato con Roberto Massimo Lawley (impersonato dall´attore Alberto Ierardi), che, come uscito dalle pagine dei libri di storia, ha aperto la passeggiata, raccontando di quando era proprietario di Montecchio e sindaco del paese, nel lontano 1911. 

Dopo uno storico baciamano tra lui e l´attuale sindaco, si è passati a incontrare la santa Patrona del paese. Santa Ubaldesca (Alice Bachi), uscita proprio dalla Chiesa di San Giovanni Battista, non ha mancato di raccontare agli astanti la sua vita dedicata a Dio e il suo amore per il paese che tra pochi giorni la festeggerà.

Dai miracoli ai versi: il terzo personaggio è stato il poeta Giovanni Domenico Anguillesi (Marco Fiorentini), colto pensieroso in via Vittorio Veneto, di fronte alla lapide a lui dedicata. 

L´autore ha ceduto il passo a una bella dama: Violante Beatrice di Baviera (Valentina Aurilio), ultima Medici, moglie di Ferdinando, sorpresa a passeggiare davanti all´antico palazzo comunale, Palazzo Chiocchini. 

Un grande spavento ha poi colto gli spettatori davanti alla Torre Upezzinghi, da cui è sbucato all´improvviso Gualtieri Upezzinghi da Calcinaia (Daniele Tamberi), signore del castello.

Dopo una breve sosta in stazione, o meglio, nella stazione che fu, allietata dalla testimonianza di un autentico capotreno,Giovanni Boschi, ecco l´ultima tappa del percorso. La Fornace Coccapani, recentemente recuperata e ristrutturata, dove ad aspettare i "passeggiatori storici" non poteva che esserci Lodovico Coccapani (Valerio Volpi), proprietario della fornace e, nel 1914, presidente della sezione pisana della San Vincenzo de´ Paoli. 

Con un gustoso rinfresco si è concluso così l´excursus nel passato di Calcinaia, un´esperienza da cui ciascuno ha potuto portare a casa testimonianze vive sui fasti del territorio in cui oggi abita. 

Condividi