Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

APPROVATO IL NUOVO REGOLAMENTO URBANISTICO: TERRITORIO BENE DELLA COMUNITA´ E SOSTENIBILITA´ LE PAROLE D´ORDINE

inserita il: 23/04/2014 17:09

APPROVATO IL NUOVO REGOLAMENTO URBANISTICO: TERRITORIO BENE DELLA COMUNITA´ E SOSTENIBILITA´ LE PAROLE D´ORDINE

Abbattimento del consumo di suolo, attività edilizia orientata al recupero e al miglioramento qualitativo del patrimonio esistente, riqualificazione e miglioramento delle aree già urbanizzate, soddisfacimento dei reali bisogni del territorio e della sua comunità, adeguamento alle evoluzioni della normativa regionale in materia.

Queste le direttrici che hanno guidato l´amministrazione nella realizzazione del nuovo regolamento urbanistico, un percorso complesso e partecipato che non ha mancato di coinvolgere i cittadini e che ha avuto come punto di partenza la considerazione del territorio come un bene comune che appartiene alla collettività e che per tale motivo deve essere tutelato. 

Con 110 osservazioni presentate, di cui 59 parzialmente accolte e 21 accolte completamente, il regolamento urbanistico è stato approvato in via definitiva nell´ultimo consiglio comunale. Tra le novità il consistente abbattimento del consumo di nuovo suolo, con una percentuale supera il 64% rispetto a quanto previsto dagli strumenti urbanistici precedenti.

Ciò non ha però creato ostacolo all´innovazione e all´avanguardia, nel segno di un sviluppo sostenibile e di un´edilizia ecocompatibile. È infatti stata prevista un´area in zona Oltrarno per la realizzazione di un nuovo villaggio ecologico, costruito in materiali naturali e tradizionali dei luoghi e attrezzato per ottenere un significativo risparmio energetico.

Altro elemento di innovazione è l´incremento di quasi il 70% degli standard urbanistici. Forte attenzione agli spazi pubblici a verde, dotati di attrezzature sportive e ricreative, alle scuole e agli altri servizi per l´educazione e la formazione, ai parcheggi e alle infrastrutture per la mobilità leggera (piste ciclabili, percorsi pedonali, ...) sono infatti aspetti che hanno trovato ampio spazio nel nuovo regolamento. A far da guida i principi della compensazione e della perequazione che, di volta in volta, in occasione di ogni nuova trasformazione urbanistica che andrà a interessare il territorio, dovranno assicurare l´acquisizione di nuovi spazi e attrezzature pubbliche e di interesse generale, nonché la realizzazione di infrastrutture a supporto della mobilità. Il tutto con un riguardo particolare alle zone che oggi ne sono più carenti.

Tutte queste caratteristiche fanno del nuovo regolamento urbanistico uno strumento innovativo e conforme al Piano Strutturale e al sistema normativo sovraordinato, in grado di dare concretezza alla visione di urbanistica proposta dall´amministrazione nel suo programma di governo e portata avanti durante l´attuale legislatura.

Condividi