Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

DALLA BANCA DI PISA E FORNACETTE 23 MILA EURO DI AGEVOLAZIONI PER IL SERVIZIO MENSA DELLE MATERNE

inserita il: 12/12/2013 12:06

DALLA BANCA DI PISA E FORNACETTE 23 MILA EURO DI AGEVOLAZIONI PER IL SERVIZIO MENSA DELLE MATERNE

Mensa gratis per più di 60 bambini delle scuole dell'infanzia presenti sul territorio del Comune di Calcinaia. È questo il risultato finale dell'iniziativa messa in campo dalla Banca di Pisa e Fornacette in sinergia con l'amministrazione comunale. Per il secondo anno consecutivo, l'ex Banca di Credito Cooperativo di Fornacette torna infatti a sollevare dalle spese per la refezione scolastica le famiglie meno abbienti, garantendo ai loro piccoli la fruizione gratuita del servizio mensa.

"Ringraziamo la Banca - dichiara l'assessore all'istruzione Maria Ceccarelli - per questa iniziativa che si è avviata nel 2012 e che proseguirà con successo anche durante questo anno scolastico. Si tratta della testimonianza concreta dell'attenzione che la Banca ha nei confronti del nostro territorio. In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, in cui sono sempre di più le famiglie colpite, l'istituto di credito e l'amministrazione hanno pensato di agevolare i nuclei in maggior difficoltà pagando interamente il buono pasto per i figli che frequentano le scuole dell'infanzia del territorio, sia pubbliche che paritarie. Un ringraziamento speciale va infine ad Anna Baggiani, nostro funzionario che ha reso possibile la concretizzazione di questo progetto". 

Nello specifico, le famiglie che potranno godere di questa agevolazione sono quelle che hanno un Isee pari o inferiore a 10 mila euro. Si tratta di 60 nuclei familiari i cui figli frequentano le Materne Statali di Calcinaia e Fornacette e di un numero molto più ridotto di famiglie che hanno i loro bambini iscritti agli istituti paritari Coccapani, Caduti in Guerra e Baby Birba. I destinatari saranno dunque esenti dalla quota mensa, quantificata per la suddetta fascia Isee in circa 2,50 euro a pasto. Le risorse impegnate dalla Banca di Pisa e Fornacette per questo progetto ammontano a un totale di 23 mila euro

 

"La riattivazione anche per il 2013 di questo progetto - afferma il sindaco Lucia Ciampi - mostra, oltre alla sinergia esistente tra l'istituto di credito e l'amministrazione, la forte funzione sociale che la Banca continua ad assumere su di sé. La sua vocazione solidaristica rimane dunque ancora ancorata alla nostra comunità, a dimostrazione che il cambio del nome - da Banca di Credito Cooperativo di Fornacette a Banca di Pisa e Fornacette - ha simboleggiato certo una maggiore apertura alla dimensione provinciale, senza però sconfessare il ruolo identitario e il legame con il paese di origine da sempre avuto".

A confermare le parole del sindaco è stato infine l'intervento del direttore della Banca di Pisa e Fornacette Mauro Benigni. "È forte il nostro attaccamento al territorio che ci ha visti nascere - ammette -, tanto che è per noi di fondamentale importanza trasformare i buoni risultati che la banca riesce a ottenere in ricadutE positivE a livello locale. Ulteriore dimostrazione della nostra volontà di mantenere salde le nostre radici è la creazione della Fondazione di Fornacette, che in futuro potrà sostenere anche questa iniziativa".

Condividi