Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

I CITTADINI HANNO SCELTO I PLATANI PER VIA MATTEOTTI

inserita il: 01/03/2013 17:57

I CITTADINI HANNO SCELTO I PLATANI PER VIA MATTEOTTI

Sarà un viale di platani quello che accompagnerà automobilisti e turisti da Montecchio al centro di Calcinaia.

Dopo la sofferta decisione di abbattere i pini di via Matteotti, ritenuti anche dagli esperti del settore non più in grado di reggere alle sollecitazioni atmosferiche del periodo invernale, l´Amministrazione Comunale di Calcinaia, come preannunciato nel recente passato, ha deciso di intraprendere un breve processo partecipativo aperto a tutta la cittadinanza per scegliere le nuove specie arboree con cui sostituire le piante abbattute.

L´iter partecipativo "Il Viale che Vorrei...", aperto a tutta la cittadinanza, è stato condotto dal facilitatore Matteo Garzella (lo stesso che ha condotto con successo il più lungo ed impegnativo processo partecipativo "Il Comune Siamo Noi") coadiuvato dal Prof. Fabrizio Cinelli, in qualità di esperto agronomo (accompagnato dagli studenti Alberto Bartalucci e Jacopo Simonetti), alla presenza dell´Arch.Cinzia Forsi, Resp. dell´Ufficio tecnico del Comune di Calcinaia e dal Geom. Ceccanti, Resp. dell´Ufficio Ambiente del Comune di Calcinaia.

Dopo l´incontro preliminare in cui i professionisti hanno spiegato alla folta platea di cittadini presenti tutte le tappe che hanno portato l´Amministrazione a decidere l´abbattimento dei alberi, a seguito della caduta improvvisa di un pino registrata lo scorso 4 dicembre, nel secondo incontro, quello operativo, i cittadini in assoluta libertà e potendo consultare il parere dell´esperto Prof. Fabrizio Cinelli, hanno scelto come e con quali specie arboree dare un nuovo aspetto a via Matteotti.

Il Prof. Cinelli ha preparato per i 24 cittadini che hanno scelto di prendere parte al processo partecipativo delle schede che sono anche state proiettate durante la serata in cui si analizzavano nel dettaglio pregi e difetti delle varie piante che potevano essere adatte al viale calcinaiolo (le schede sono consultabili in allegato a questa notizia).
Alcuni cittadini hanno domandato al Prof. Cinelli l´idoneità di alcune specie arboree non comprese nella scheda come Eucalipto (pianta esotica, poco adatta ai nostri climi), olmo (facilmente attaccabile da malattie) ed altre ancora, ricevendo risposte concrete in merito.

Quindi il facilitatore, Matteo Garzella ha chiesto ai cittadini di decidere se il viale dovesse contenere una o due specie arboreeLa maggioranza dei cittadini (15 voti contro 9) si è espressa a favore di una sola specie. Attraverso le domande dei partecipanti riguardo i costi di mantenimento, la velocità di crescita e la durata delle varie specie arboree, si è arrivati ad individuare tre tipi di piante su cui si è concentrata l´attenzione di tutti coloro che hanno preso parte al processo partecipativo.

I cittadini presenti non trovando una pianta che fosse unanimemente apprezzata hanno scelto tra queste specie: Platano (clone), Ginkgo Biloba e Tiglio

Il Prof. Cinelli ha illustrato con dovizia di particolari pregi e difetti di queste tre specie, quindi si è passati alla votazione finale che ha avuto questo esito:
Platano (clone) - 10 Voti
Ginkgo Biloba - 8 Voti
Tiglio - 6 Voti


E´ stato quindi deciso che via Matteotti sarà ripopolata da platani che peraltro saranno direttamente scelti (su proposta del facilitatore Matteo Garzella), proprio da tre cittadini che hanno preso parte al processo partecipativo e si recheranno al vivaio assieme ai tecnici del comune.

"Il viale che vorrei..." secondo il parere degli stessi partecipanti si è quindi mostrato un altro ottimo esempio di democrazia diretta, sicuramente l´unico in Provincia di Pisa, attraverso cui un´Amministrazione Comunale ha coinvolto direttamente i cittadini per decidere quali alberi utilizzare per rendere ancora più bello e vivibile il paese.

     

Allegato secondaparte_progettazionepartecipata1.pdf (3,65 MB)

Condividi