Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

IL GIORNO DELLA FORNACE

inserita il: 02/05/2014 16:39

IL GIORNO DELLA FORNACE

Il fatidico giorno si avvicina. Sabato 3 Maggio sarà inaugurata la nuova Fornace Coccapani, recuperata e restaurata grazie ad un importante intervento voluto dall´Amministrazione Comunale. 

L´inaugurazione si terrà alle ore 16 presso la nuova Fornace in via Ricasoli. Per l´occasione interverranno il Sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi, l´architetto del progetto, Valerio Baggiani, l´archeologo Antonio Alberti, l´Assessore alle attività produttive della Provincia di Pisa, Graziano Turini e l´Assessore al Bilancio della Regione Toscana, Vittorio Bugli. A seguire i tre Rioni e la Deputazione di S. Ubaldesca presenteranno dei quadri storici con figuranti in costume d´epoca. La festa si concluderà con un piccolo buffet.

In caso di pioggia la manifestazione comincerà alle ore 16 in Sala Don Angelo Orsini con gli interventi istituzionali. Successivamente avverrà lo spostamento alla nuova Fornace con il taglio del nastro e il buffet che sarà allestito all´interno della nuova struttura.

Alcune note sulla Fornace Coccapani e sul restauro dell´opera:


In antichità parte del castello di Calcinaia e in futuro sede del nuovo Museo della Ceramica per il suo forte legame con la tradizione vasaia locale, la Fornace rappresenta un punto di riferimento per l´identità storica e culturale calcinaiola. 

È proprio per valorizzare questa importante testimonianza presente sul territorio che il Comune di Calcinaia ha messo in atto un´operazione di recupero approfondita ed estremamente accurata. Grazie alle sue proprie risorse e al cospicuo sostegno della Regione - 250 mila euro, pari alla metà della spesa totale dell´intervento, sono infatti pervenuti da fondi regionali -, l´amministrazione ha riportato alla luce l´antico aspetto della struttura, da tempo nascosto. 

Ad oggi nuovamente visibili nella loro originaria sembianza sono quindi la torre medievale e un tratto di antiche mura, parti del castello attestato a partire dal 1287, e i forni, attivi dal Settecento con la famiglia Coccapani, uno dei massimi esempi dell´arte vasaia locale.

L´iter di ripristino è iniziato con l´acquisto da parte del Comune dell´immobile e dell´intera area dove esso sorgeva ed è proseguito con interventi volti a eliminare tutte quelle opere costruite nel tempo che erano andate a nasconderne la bellezza e le peculiarità della struttura. Lavori di pulizia e consolidamento hanno condotto al risultato finale: 280 metri quadrati interamente recuperati, con l´antica torre visibile in tutta la sua altezza dall´interno del plesso e i forni riportati alla loro originale foggia.

Ad esser riqualificata è stata anche la piazza esterna: mille metri quadrati in cui trovano spazio aree a verde, passaggi pedonali, un parcheggio, il tutto completato da un sistema di illuminazione che rende ancora più suggestiva e particolare l´atmosfera e la storicità del luogo.

Un forte legame con il passato, ma con uno sguardo al futuro. È infatti proprio per non dimenticare, ma anzi dar risalto alle radici e alla storia del territorio, che la Fornace andrà ad accogliere il nuovo Museo della Ceramica. Numerose e ampie sale espositive, spazi per mostre temporanee e laboratori didattici: tutto questo troverà in futuro la sua naturale sede nella nuova Fornace Coccapani, luogo simbolo dell´antica tradizione manifatturiera e vasaia di Calcinaia. 

Condividi