Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

IO C´ERO, LA LIBERAZIONE SECONDO CHI L´HA VISSUTA

inserita il: 29/08/2013 15:25

IO C´ERO, LA LIBERAZIONE SECONDO CHI L´HA VISSUTA
L´1 Settembre del 1944 il sole che splendeva su Calcinaia e Fornacette aveva una luminosità ed un´intensità diversa, quella della libertà. Lo sparuto gruppo di soldati tedeschi che teneva ancora sotto scacco il paese, infatti si ritirava di fronte all´avanzata delle truppe alleate. 

Era il giorno della Liberazione, un giorno molto atteso, per assistere al quale tanti cittadini di Calcinaia e Fornacette avevano perso la vita nella solita, crudele, barbarie della guerra. 

69 anni dopo Calcinaia celebrerà Giovedì 5 Settembre alle ore 10.00 in Sala Don Angelo Orsini (a fianco del Palazzo Comunale) questa ricorrenza ripercorrendo eventi e situazioni, grandi e piccole storie che hanno segnato questo periodo denso di avvenimenti e di sentimenti contrastanti, la gioia della Liberazione contrapposta al dolore per la perdita di alcuni compaesani che hanno lottato per la conquista dell´agognata libertà.

Grazie al prezioso lavoro dell´associazione Il Giadino degli Elefanti,saranno proposti per l´occasione degli estratti audio di testimonianze dirette di alcuni cittadini del nostro Comune che hanno vissuto il periodo della Liberazione, ovvero: Dino Chelli, Gino Corsi, Diva Falaschi, Marsilio Lupi, Enrico Panichi, Leda Paolini, Nilo Paolini, Lanciotto Passetti, Giorgio Tamberi e Alvaro Sani.

A ricordare questo evento storico, oltre al Sindaco di Calcinaia, Lucia Ciampi, saranno presenti anche anche Maria Ceccarelli, Assessore alla Cultura del Comune di Calcinaia, il Presidente dell´Associazione Nazionale Partigiani Italiani di Pisa, Giorgio Vecchiani, il Presidente della Sezione ANPI di Buti, Roberto Serafini, e Massimo Novi, presidente dell´Associazione "Il Giardino degli Elefanti".

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

 

 

Condividi