Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

MOLTO PIU´ DI UN´INAUGURAZIONE ...

inserita il: 05/05/2014 16:33

MOLTO PIU´ DI UN´INAUGURAZIONE ...

Non è stata solo un´inaugurazione, ma qualcosa di più. Sabato 3 Maggio, a Calcinaia si è festeggiato un graditissimo ritorno: quello della Fornace Coccapani, che, grazie all´intervento di recupero realizzato dall´amministrazione comunale con il sostegno della Regione Toscana, può oggi risplendere in tutta la sua antica bellezza.

Tantissimi i presenti al taglio del nastro, un momento emozionante che ha coronato l´impegnativo iter di ristrutturazione e restauro che ha fatto della Fornace un centro culturale e didattico di riferimento per il territorio, nonché sede del futuro Nuovo Museo della Ceramica

A intervenire per l´occasione molti rappresentanti delle istituzioni, sia provinciali che regionali. Tra questi l´assessore alle attività produttive della Provincia di Pisa Graziano Turini e l´assessore al bilancio della Regione Vittorio Bugli.

"Quello approntato alla Fornace Coccapani è un intervento di grande rilevanza - ha dichiarato Turini -, certamente significativo da un punto di vista architettonico, ma anche storico e culturale. Un importante recupero del passato che rafforza l´identità di una comunità, punto di partenza fondamentale che le permette di proiettarsi nel futuro".

"Questo luogo è la testimonianza vivente della storia del paese e dei suoi abitanti - ha affermato Bugli -. Averlo riportato al suo antico splendore è una cosa di straordinario valore". 

A rendere la festa ancora più bella un buon buffet e le performance di figuranti in costume storico, il tutto realizzato grazie alla collaborazione dei rioni e del Centro Commerciale Naturale di Calcinaia

La Fornace Coccapani, con la torre del castello medievale visibile in tutta la sua altezza e i forni recuperati, è quindi tornata ad essere patrimonio comune di tutti i cittadini e le cittadine. Un parte di storia restituita alla collettività di cui l´intera comunità può ora godere a pieno.

Condividi