Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

NON SOLO UN CORSO DI LINGUA

inserita il: 16/05/2018 12:56

NON SOLO UN CORSO DI LINGUA

Un corso di lingua e di vita italiana. Un cammino di condivisione e di scoperta, che si è inoltrato tra  coniugazioni verbali e articoli, senza tralasciare però temi di vita quotidiana, come la sanità e la Costituzione. Si è concluso ieri, Martedì 15 Maggio, con una festa dai mille sapori e colori, l’iniziativa promossa dal Comune di Calcinaia, in collaborazione con la Sartoria della Solidaroetà di Calcinaia e Fornacette, dedicata alle donne straniere del territorio.

Sono stati due i corsi tenuti da instancabili ed esperte volontarie: il primo ad hoc per principianti, all’interno del Centro Educativo “M. Montessori”, guidato dalle docenti Michela Bernini e Italia Cancelliere; il secondo di livello più avanzato, condotto dalle insegnanti Daniela Frosini, Daniela Storai e Tiziana Tognoni, presso la sede della Sartoria della Solidarietà di Fornacette.

“Le lezioni, iniziate nel mese di Novembre 2017 – spiegano le insegnanti -, sono state bisettimanali . Le alunne coinvolte complessivamente, di tutte le età e nazionalità, sono state circa 25. L’interesse, l’impegno e la costanza da parte delle nostre allieve sono state notevoli. In questi corsi abbiamo cercato di trasmettere non sono nozioni di carattere linguistico, ma anche informazioni di tipo pratico. L’intento è stato quello di rendere maggiormente autonome le nostre utenti, di informarle in modo più approfondito su diritti e doveri di ogni cittadino, di offrire loro gli strumenti necessari per potersi orientare con maggior dimestichezza tra i servizi presenti sul territorio”.

Tanta la soddisfazione tra le studentesse, che hanno particolarmente apprezzato la novità dell’edizione 2018, vale a dire la suddivisione in due livelli del percorso, nonché l’attenzione riservata dalle docenti a questioni più pratiche, concernenti la loro quotidianità.

“Ormai da alcuni anni – dichiara l’Assessore alle politiche sociali, Giuseppe Mannucci - l’amministrazione comunale promuove questa iniziativa, che, grazie alla disponibilità di alcune professioniste del settore,  migliora di edizione in edizione. Sono molte le allieve che, anno dopo anno, tornano “sui banchi di scuola”, sia per migliorare le loro conoscenze, che per continuare ad alimentare la rete di rapporti che in queste belle occasioni si creano, al di là di ogni differenza linguistica e culturale”.

(La foto che correda l'articolo è stata scattata dall'Associazione Fotografica Fornacette)

Condividi