Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

SOCIAL DAY: A CALCINAIA SOCIALITÀ E SOLIDARIETÀ SCENDONO IN PIAZZA

inserita il: 12/04/2018 13:25

SOCIAL DAY: A CALCINAIA SOCIALITÀ E SOLIDARIETÀ SCENDONO IN PIAZZA

Socialità e solidarietà scendono in pazza a Calcinaia. Nella mattinata di Sabato 14 Aprile, Piazza Indipendenza si riempirà infatti di un nutrito gruppo gioioso, allegro, ma soprattutto solidale di giovani alunni e alunne. La cornice sarà quella del “Social Day: nuovi cittadini dal locale al globale”, progetto di carattere nazionale finanziato dall’Agenzia Italiana di Cooperazione allo Sviluppo e gestito in Toscana dall'associazione Fratelli dell'Uomo, con il sostegno dell'Unione Valdera e dell’amministrazione comunale calcinaiola.

I protagonisti dell’iniziativa saranno studenti e insegnanti di 10 classi dell’Istituto Comprenesivo M.L.King: ragazzi e ragazze delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado del territorio, accompagnati dai loro docenti, si metteranno in gioco in prima persona, per sperimentare sulla propria pelle un’esperienza di partecipazione e cittadinanza attiva.

“Il “Social Day” – dichiara Gaia Colombo, responsabile regionale dell’associazione Fratelli dell’Uomo - coinvolge numerose scuole in tutta Italia, con attività ideate dagli stessi alunni per sostenere progetti di cooperazione nazionale e internazionale. La costruzione di questa giornata diventa quindi un processo intenso di cittadinanza attiva, attraverso il quale i giovani sperimentano la possibilità di farsi direttamente portavoce di realtà distanti e diverse dalla propria. A Calcinaia, la giornata conclusiva del progetto è prevista per Sabato 14 Aprile. L'iniziativa avrà inizio alle ore 9.30, con attività di sensibilizzazione, momenti ludici, piccole performance e esposizione di manufatti, il tutto finalizzato a sostenere progetti di cooperazione in Italia e all’estero. Tutto questo rappresentano la conclusione di un percorso che gli studenti hanno compiuto in classe (e non solo) nei mesi passati, affrontando con esperti tematiche quali interdipendenza globale e disuguaglianze sociali”.

“Il nostro viaggio ne mondo dei diritti è partito con laboratori che abbiamo svolto a scuola, con le classi coinvolte nel progetto - Donatella Pignattaio, formatrice dell’associazione Fratelli dell’Uomo -. Il primo step ci ha visti scoprire i diritti sanciti dalla Costituzione Italiana, partendo da quella che è la quotidianità che bambini e ragazzi vivono. Il secondo passaggio ci ha poi permesso di ampliare il nostro raggio di azione, abbracciando i diritti riconosciuti universalmente a ciascun essere umano. Dopo questo excursus abbiamo proposto ai giovani di immedesimarsi nella situazione di loro coetanei che subiscono ingiustizie, accorciando le distanze con realtà che geograficamente risultano più o meno lontane, ma che riguardano tutti noi. Abbiamo così preparato il terreno per presentare agli alunni alcuni progetti di cooperazione internazionale realizzati in viarie parti di Italia e del mondo da diverse associazioni. L’ultima parte deli laboratori ha riguardato la concretizzazione di quello che è lo slogan della manifestazione: “è tempo di sporcarsi le mani”. Siamo dunque passati dalla riflessione all’azione, pensando in concreto cosa poter fare per dare il nostro contributo contro ingiustizie e disuguaglianze. L’originalità dei ragazzi è esplosa: ciascuno ha deciso di mettere in campo le proprie risorse, caratteristiche e competenze per gli altri. A emergere è stato un programma ricchissimo per la giornata di Sabato 14 Aprile: giochi, intrattenimenti, momenti di informazione e sensibilizzazione, esposizione di manufatti che verranno donati a offerta libera”.

“L’amministrazione comunale – afferma l’Assessore alle politiche scolastiche, Maria Ceccarelli - ha con ferma convinzione appoggiato questa iniziativa fin dal suo nascere. L’intento è quello di dare ai giovani l’occasione di sperimentare momenti di socialità fattiva e di cittadinanza attiva, soprattutto in una fase particolare come quella che stiamo vivendo: il 70° anniversario della nostra Carta Costituzionale. La riflessione su simili temi, seguita da una mobilitazione concreta, ci sono sembrate il modo migliore per celebrare i principi della Costituzione, che devono orientare la vita di istituzioni e cittadini. “Sporcarsi le mani” permette inoltre alle nuove generazioni di comprendere quanta ricchezza ci sia nel donare agli altri. Un’esperienza come quella del “Social Day” può infatti gettare le basi per una rinnovata sensibilità, può diffondere semi che potranno in futuro germogliare, facendo sbocciare nuovi volontarie e volontari, impegnati sul fronte locale, ma anche su quello nazionale e internazionale”.

L’appuntamento è dunque per Sabato 14 Aprile, alle ore 9.30, in Piazza Indipendenza, di fronte al Palazzo Comunale. L’ingresso è libero: tutti e tutte sono invitati a partecipare, per rendere il “Social Day” un momento di condivisione per l’intera  comunità e per dare un sostegno ancora più cospicuo ai progetti che gli studenti hanno deciso di appoggiare.

Condividi