Toscana in area gialla fino al 24 Gennaio. Ecco le misure del decreto.

inserita il: 16/01/2021 11:32

Toscana in area gialla fino al 24 Gennaio. Ecco le misure del decreto.

Con il nuovo Decreto Legge n. 2 del 14 Gennaio 2021 che potete consultare a questo link entrano in vigore nuove misure per il contrasto alla diffusione del virus Covid-19 valide nel periodo che va dal 16 al 24 Gennaio 2021.

In questo lasso di tempo la nostra Regione è riuscita per pochi decimali a mantenere il tasso RT sotto la soglia prevista per essere collocato in area gialla (criticità moderata), fino al prossimo 24 Gennaio

Come illustrato anche nella semplice e chiara grafica proposta da ANCI Toscana che riportiamo sotto questa notizia, ecco alcune misure da rispettare per l’area gialla:

 

  • Fino al 15 Febbraio sono vietati gli spostamenti in entrata ed in uscita tra Regioni diverse o Province Autonome. Sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
     
  • All'interno della propria Regione, è fortemente raccomandato di non spostarsi, dalle 5:00 alle 22:00, salvo che per esigenze di lavoro, studio, salute, necessità
     
  • Consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata (visite ad amici e parenti), all'interno della propria Regione, una sola volta al giorno fra le 5.00 e le 22.00, nei limiti di due persone. Sono esclusi dal conteggio minori di anni 14, disabili o non autosufficienti conviventi.
     
  • Sempre vietato spostarsi verso le seconde case, se si trovano fuori dalla Regione. 
     
  • Mascherina obbligatoria all'aperto e in luoghi chiusi, tranne durante l'attività sportiva, per bambini al di sotto dei 6 anni e per soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina
     
  • Ristoranti aperti fino alle ore 18:00. Consegna a domicilio sempre consentita. Consentito asporto dalle 5:00 alle 22:00
     
  • Esercizi commerciali tutti aperti, con i consueti orari. Restano chiuse nei giorni festivi e prefestivi, i centri commerciali e mercati (ad eccezione di beni di prima necessità, farmacie, tabacchi ed edicole).
     
  • Mostre e musei aperti nei giorni feriali
     
  • Didattica in presenza con obbligo mascherina per scuole elementari e medie, e al 50 % per le scuole superiori