Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

IL COMUNE DI CALCINAIA A SANT’ANNA DI STAZZEMA A RICORDARE UN ECCIDIO ANCHE ATTRAVERSO IL “TAPPETO DEL MONDO”

inserita il: 13/08/2019 12:12

IL COMUNE DI CALCINAIA A SANT’ANNA DI STAZZEMA A RICORDARE UN ECCIDIO ANCHE ATTRAVERSO IL “TAPPETO DEL MONDO”

Correva l’anno 1944. La guerra imperversava. Le persone temevano per la propria vita e abbandonavano le loro case. I paesi erano semi deserti. Sui monti si creavano nuove comunità.

A Sant’Anna di Stazzema, un piccolo borgo dell’Altra Versilia con poco più di 300 abitati, avevano trovato rifugio migliaia di sfollati in fuga dal conflitto e dai bombardamenti.

Il 12 Agosto i soldati tedeschi misero a ferro e fuoco il piccolo villaggio situato sulle Alpi Apuane. Le vittime accertate furono 560, in prevalenza donne e minori.

Una strage perpetrata esattamente 75 anni fa e ricordata proprio il 12 Agosto 2019 dalle più importanti istituzioni del nostro paese e della nostra Regione.

Al cospetto del Ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, del Governatore della Toscana, Enrico Rossi, di parlamentari e senatori e di tanti sindaci di comuni della nostra regione si è reso onore alla memoria dei tanti innocenti caduti. Un modo per preservare il ricordo di una barbarie disumana e mettere in guardia affinché non si creino presupposti, in futuro, perché tragedie del genere si possano ripetere.

Tra i tantissimi gonfaloni presenti, anche quello del Comune di Calcinaia rappresentato dal Sindaco, Cristiano Alderigi, che ha reso merito anche al bellissimo lavoro svolto dalla Sartoria della Solidarietà di Fornacette che ha letteralmente cucito buona parte del Tappeto del Mondo.

Un’opera stupenda della lunghezza di 1000 metri formata da 6000 pezze colorate provenienti dai diversi continenti e stesa lungo la via Crucis di Sant’Anna di Stazzema, dalla chiesa fino all’Ossario. Un mosaico di stoffa, senza confini, che ha dato ulteriore lustro a una cerimonia che mai, come quest’anno, è stata partecipata e vissuta intensamente dalle migliaia di persone presenti.

A questo proposito il Sindaco, Cristiano Alderigi, ha espresso il suo pensiero: “Il 12 Agosto eravamo tantissimi a ricordare e onorare le vittime della tragedia disumana perpetrata 75 anni fa a Sant’Anna di Stazzema. Una cerimonia bellissima e toccante, resa ancor più speciale dal fatto che nel Tappeto del Mondo c’era anche Calcinaia, c’era il lavoro e la fatica di un’associazione come la Sartoria della Solidarietà che idealmente rappresentava tutto il nostro territorio.
Questo eccidio è stato frutto della barbarie di una guerra basata sull’odio. Un sentimento che scaturisce, molto spesso, dalla paura. Ed è per questi motivi che abbiamo il dovere di aiutare i nostri ragazzi e i nostri giovani a ricordare, come questa mattina, ed esercitare personalmente tutti i giorni il “vizio” della memoria”.

Condividi